Prodotti con  Aloe Vera

Principi Attivi

Aloe Vera

LA PIANTA DELL'ALOE VERA

Aloe Barbadensis Miller o meglio conosciuta come Aloe Vera è una pianta che appartiene alla famiglia delle liliacee, dalle infinite risorse. In botanica, in genere, si usa chiamare la pianta con la denominazione assegnata dall'ultimo studioso: così l'aloe barbadensis o delle barbados di Miller, è il nome attualmente in uso presso la comunità scientifica di quella che per Linneo si chiamava Aloe Vera e che per Lamarck si chiamava Aloe Vulgaris, in sintesi, l'aloe vera di Linneo, l'aloe barbadensis di Miller e l'aloe vulgaris di Lamarck sono la stessa pianta. La pianta di Aloe Vera, predilige il clima caldo e secco, e molte persone la scambiano per un cactus, cresce nelle regioni più aride delle Americhe, dell'Asia, dell'Europa, dell'Africa e dell'Australia. La pianta dell'Aloe Vera è caratterizzata da foglie verdi carnose e molto lunghe, con punte aguzze che crescono a rosetta direttamente dal terreno, e quando in primavera o in autunno la pianta fiorisce, appaiono dei fiori color giallo brillante posti in cima ad uno stelo privo di foglie che spunta dal centro della pianta.
La specie dell'Aloe appartiene ad una più ampia classe di piante conosciute come xerofite, così chiamate perchè in grado di chiudere i propri stomi per garantire l'equilibrio idrico della pianta. Questa capacità di conservare l'acqua al proprio interno gli consente di sopravvivere a lunghi periodi di clima secco o addirittura di siccità. Inoltre dimostrano le straordinarie capacità dovute a speciali componenti chimiche, di richiudere quasi istantaneamente qualsiasi ferita o danno all'epidermide, impedendo alla preziosa acqua di fuoriuscire. E' questo potere di auto-guarigione che potrebbe aver fornito alle antiche civiltà l'indizio per scoprire le virtù terapeutiche dell'aloe.
Quando viene coltivata per scopi commerciali, la pianta impiega dai tre ai quattro anni per la maturazione, ossia quando il gel contenuto nelle dure foglie verdi esterne è al massimo del suo potenziale, con riferimento al suo contenuto nutritivo. Al momento del massimo sviluppo, le foglie esterne raggiungono una lunghezza di 60-90 centimetri e pesano 1,5 kg o al massimo 2 kg ciascuna. Le foglie più grandi proteggono le più giovani che crescono al centro. Le piante producono minuscole repliche di se stesse, chiamate figlie, che vengono accuratamente rimosse e piantate in vivaio. Ogni passo della coltivazione e della raccolta della pianta deve essere compiuto a mano per evitare di danneggiare le foglie, poichè se il gel viene esposto agli elementi potrebbe ossidarsi e quindi perderebbe i suoi benefici nutritivi e medicinali.
L'Aloe è una piccola pianta succulenta della famiglia delle Aloeacee.
Le Piante succulente (impropriamente, piante grasse) sono quelle piante dotate di particolari tessuti, definiti "succulenti" tramite i quali possono immagazzinare grandi quantità di acqua. L'acqua assorbita durante i periodi di pioggia viene amministrata sapientemente, durante i periodi di siccità, migrando ad ogni distretto dell'organismo della pianta che la richiede. Per la presenza del tessuto succulento, foglie, fusti e radici di queste piante diventano carnosi e ingrossati, assumendo - a seconda del tipo - forme tipiche quali quelle sferiche, colonnari, a rosetta, appiattite ecc. Le succulente sono spesso indicate, erroneamente, col termine generico di 'Cactus', che in realtà si riferisce ad una determinata famiglia di tali piante, tutte originarie delle Americhe.
Le succulente sono piante adattate a vivere in condizioni di aridità più o meno pronunciata mediante l'assorbimento di grandi quantità di acqua in un tessuto apposito, detto 'succulento', spugnoso e formato da grandi cellule rotondeggianti e ampi spazi intercellulari interposti, localizzato in vari organi delle piante. Una volta assorbita, l'acqua è conservata mediante alcuni accorgimenti, tra cui l'ispessimento epidermico dato da cutine e la secrezione di cere protettive. Anche la produzione di peluria (tricomi) e spine aiuta le piante a diminuire le perdite per traspirazione. Questa capacità di ottimizzazione dell'acqua ha permesso alle piante succulente di colonizzare habitat caratterizzati da climi tropicali aridi e sub-aridi, ossia luoghi in cui si verificano piogge solo per un periodo dell'anno (generalmente l'estate), seguite da un lungo periodo di totale siccità. Originarie di zone aride e desertiche nelle quali si sviluppano assieme ad altre piante xerofile, sono in grado di resistere a lungo alla siccità. Crescono prevalentemente in terreni pre-desertici, dove si alternano periodi di grande siccità a periodi di piogge più o meno intense.
Le si possano trovare in quasi ogni clima della terra, che sia caratterizzato da temperature medie sopra gli 0 °C durante il periodo della vegetazione e in cui le piogge siano abbastanza scarse da limitare la crescita delle piante non succulente (mesofite). Non si trovano nelle zone con assenza totale di piogge, in quanto non potrebbero realizzare la riserva idrica minima necessaria alla sopravvivenza. Alcune le si possono trovare persino nelle foreste umide, in America centrale e meridionale, in Africa, Madagascar e Asia; in cui sono molto competitive nella colonizzazione di habitat epifitici della volta forestale, assieme a tillandsie, microfelci e altre piante che condividono questo abito di crescita possono così trovare la luce che filtra negli strati più alti del fogliametra queste, l'Epiphyllum o gli Hylocereus: per questo vengono chiamate piante epifite. Nelle Isole Canarie o nel Madagascar si trovano succulente di grandi dimensioni come la Euphorbia. In Europa si possono trovare molte specie di Sedum, di Sempervivum e di Agave. In Messico, California si trovano le specie più resistenti e grandi, in grado di permettere agli animali di scavare nel loro fusto gallerie che servono da rifugio.

In coltivazione le piante succulente necessitano di posizioni luminosissime anche se durante l'estate alcune specie non gradiscono il pieno sole in quanto adattate alla vita in comunità vegetali in cui le piante più grandi offrono protezione a quelle più piccole. Le foglie della pianta dell'aloe è strutturata con un rivestimento esterno che viene chiamata scorza di uno spessore di circa 2mm che è costituita da membrane elastiche ed impermeabile, di colore verde chiaro che avvolge la polpa (gel) che è una massa trasparente e gelatinosa e incolore molto ricca di principi nutritivi. Le piante dell'aloe si riproducono mediante con l'impollinazione, che avviene grazie agli uccelli ed insetti che si spostano di pianta in pianta, questo perchè l'aloe non riesce a fecondarsi autonomamente e riceve il polline da un'altra pianta e a questo punto il fiore fecondato matura e perde i petali e si trasforma in un frutto che successivamente rilascerà i semi che vengono sparsi dal vento. E' incredibile notare come questa pianta si riproduce anche mediante stoloni o germogli che nascono alla base del gambo della pianta principale, fino a formare delle vere e proprie colonie.
Tutte le culture, sin dai primordi, hanno usato l'Aloe che trovavano nel proprio ambiente, osservando e sperimentando, per scoprire il loro potenziale curativo e per migliorare il proprio standard di vita. Si può affermare che probabilmente l'ALOE VERA è la pianta più utilizzata nella storia di tutta l'umanità, trovandosi presente per migliaia d'anni nel prontuario farmaceutico di ogni popolo che l'aveva a disposizione. In questo modo c'è stata tramandata, di generazione in generazione, una vasta conoscenza di incalcolabile valore sull'uso, le proprietà, le preparazioni e, cosa più importante, gli effetti di un uso breve o lungo per la nostra salute. Negli ultimi decenni, specialmente in America e in Russia, è stata fatta una vasta ricerca scientifica per stabilire le basi farmacologiche dell'Aloe Vera. In tutto il mondo è conosciuto come aloè, con variante aloès, aloe, pianta ricca di linfa medicinale, della famiglia delle liliacee (aloe succotrina, aloe humilis, aloe perfoliata, aloe vulgaris, aloe Arborescens, aloe vera o barbadensis, aloe ferox, ecc.), simile all'ananas, però più piccola. Le sue foglie sono spesse e seghettate.

Caratteristiche

La chiave del potere curativo della pianta di aloe vera è costituito principalmente da tre grandi famiglie di principi attivi e nutrimenti. Il primo vede la presenza di una tipologia particolare di zuccheri complessi chiamati MUCOPLOISACCARIDI che vengono anche chiamati con l'abbreviazione di MPS che normalmente si trovano in ogni cellula del nostro corpo e siamo in grado di fabbricarli da soli esclusivamente nei primi 10 anni della nostra vita; uno dei più importanti mucopolisaccaridi è l'ACEMANNANO, il quale opera interagendo con il sistema immunitario ed è un potente stimolatore di macrofagi (globuli bianchi che distruggono i batteri) per produrre agenti immunitari, quali l'iterferone e l'interleuchina.
Il secondo grande insieme di principi attivi è costituito dagli ANTRACHINONI che hanno un'attività lassativa e riparatrice per l'intestino. Il terzo è la ricchezza che l'aloe vera vanta in termini di vitamine, minerali ed aumenti nutrizionali in genere, infatti possiede più di 150 componenti attivi nel gel di aloe vera. L' aloe vera funziona fornendo un ricco cocktail di elementi nutritivi, la cui azione combinata ed il cui equilibrio producono un effetto più potente di quello che si potrebbe avere dall'attività dei singoli componenti.
Questo perchè lavorano come una squadra, potenziando il proprio effetto l'uno con l'altro in sinergia. Possiede anche la qualità adattogene, il che significa che persone diverse ne traggono vantaggi differenti in base a ciò di cui hanno bisogno, perciò i benefici variano da persona a persona.

Proprietà

L'Aloe vera può essere un valido aiuto per molti problemi di salute. L'aloe Vera, è finalmente oggetto di ricerche in ambito scientifico e chimico che forniscono spiegazioni in merito alla sua efficacia in numerosi campi medici.
La proprietà della pianta aloe vera più straordinaria è la sua adattabilità nell'uso quotidiano come risposta efficace ed adeguata ad ogni problema specifico ed è un aiuto concreto per moltissime problematiche.


 L'utilizzo e l'assunzione dell' Aloe Vera ha molti vantaggi:

 Proprietà benefiche aloe vera:

 

Le informazioni qui riportate sono solo a titolo informativo e non intendono essere prescrittive: si raccomanda a tutti coloro che hanno problemi di salute di consultare il proprio medico.

 

Trova il Prodotto Optimanaturals perfetto per te
Abbiamo il prodotto
perfetto per te...


Trovalo Subito!
Bellezza e Benessere
Bellezza e Benessere
I Funzionali
I Funzionali
Principi Attivi
Principi Attivi
contatti
RAPIDI

marketing DPT
info@optimanaturals.net

segreteria
segreteria@optimanaturals.net

advertising, print and web
nuriac@optimanaturals.net

trova il tuo
RIVENDITORE
Vuoi sapere dove comprare
i nostri prodotti?